Come iniziare a bloggare

hot to blog

Salve a tutti,

Mi chiamo Alessio e nelle ultime settimane ho riflettuto sulla costruzione di Tecnocrazia.
Probabilmente molti di voi penseranno che al giorno d’oggi ci sia ben poco da riflettere dato che il web è pieno di strumenti  e community che offrono questa opportunità con pochi semplici click; ma nell’ottica per cui oggi il  blog è un ago nel pagliaio, se coltivi la speranza di essere letto, è opportuno pensare a tutte le azioni preparatorie all’ apertura del tuo blog.
Per questo motivo nell’articolo che segue spiegherò, in pochi passi pratici, come iniziare a bloggare.

Vediamo di cosa si tratta.

1. Pianificazione logica

Se avete deciso di aprire un blog, avrete sicuramente deciso l’argomento principale e sarete sicuramente pieni di idee su come rimepirlo. Per questa  prima fase vi potrà essere di aiuto una pianificazione logica di tutto il progetto, per ordinare le vostre idee, per cui  munitevi di carta e penna (lo so è dura!) e disegnate una mappa concettuale degli argomenti che tratterete e magari uno schizzo del vostro tema ideale.

2. Gestione e programmazione dei vostri post.

E’ una buona idea decidere sin dall’inizio alcune macro-categorie del blog e programmare la pubblicazione dei post per periodi. Un ottimo spunto può essere studiare i vostri blog preferiti che potranno servirvi da ispirazione.

A questo punto dovremmo avere più o meno le idee chiare, adesso comincia la fase di pre-installazione:

  • controllare su Google il numero dei risultati per l’ipotetico nome al fine di evitare concorrenza;
  • Usare lo Strumento per le Parole Chiave per capire il CPC medio degli annunci;
  • Studiare ed apprendere dai blog autorevoli sull’argomento scelto;
  • Comprare un pacchetto di hosting e registrare un nome pertinente all’argomento, io ho scelto Netsons;
  • Scaricare ed installare WordPress.

Se tutto è andato per il verso giusto adesso abbiamo un blog e sapete dove volete arrivare, resta però da capire la strada da percorrere, e il primo passo è occuparsi di tutte le operazioni di routine postume all’installazione di WordPress. Di questo argomento se n’è occupato Spaghettiwordpress in un eccellente post.

Ve lo ripropongo:

#1. Modificare il tema del blog

Se volete che il vostro blog sia apprezzato dai vostri lettori avete bisogno di un tema originale e professionale. Con Google ne potete trovare moltissimi, sia gratuiti che a pagamento. Quando avrete trovato il tema che fa per leggere la mia guida come installare un tema per WordPress per attivarlo nel vostro blog.

#2. Aggiungere i widget alla barra laterale

I widget sono una vera e propria magia di WordPress. Scegli, trascina e rilascia, e in un attimo avete creato una barra laterale piena di utilissime funzioni per i vostri lettori. Se il vostro tema vi permette di utilizzarli vi consiglio quindi di attivarli semplicemente attraverso il menu Design > Widget del pannello di amministrazione. Se invece questa funzione non è compresa nel tema ma li volete assolutamente avere, vi consiglio di dare un’occhiata alla mia guida come creare una barra laterale dinamica in WordPress.

#3. Modificare Titolo e Tagline

Non vi piace più il titolo del vostro blog? Allora è il momento giusto per cambiarlo, prima che i visitatori lo leggano! Sotto il menu Settings > General lo potete modificare semplicemente nel campo Blog Title (non dimenticate poi di salvare i cambiamenti!). Sotto la voce Blog Title c’è però una molto più importante, ovvero Tagline, per noi italofoni semplicemente il sottotitolo. Non dimenticate di cambiare il sottotitolo di default “Just another WordPress blog” con uno che riguardi il vostro blog, è ovviamente utile per i vostri visitatori ma anche per i motori di ricerca per far comparire il vostro blog più in alto nei risultati.

#4. Modificare la struttura dei Permalinks

Se non li conoscete ve li presento: i permalink sono semplicemente l’indirizzo con cui viene salvato ogni singolo post o pagina del vostro blog. Per fare in modo che questo non venga salvato solo con un numero (di default) modificate la struttura in modo che compaia almeno il titolo del post, sotto il menu Settings > Permalinks. Se volete saperne vi consiglio il mio articolo come personalizzare la struttura dei permalink.

#5. Mettete il turbo a WordPress con Google Gears

WordPress ha implementato l’utilizzo di Google Gears, una piccola applicazione che vi permetterà di gestire il vostro blog alla massima velocità. L’installazione è rapida ma le prestazioni aumenteranno immediatamente, e vi chiederete come avete fatto a viverne senza. Leggi la guida su come installare Google Gears per WordPress.

#6. Attivare Akismet

Appena inizierete a scrivere i primi post, con i primi commenti giungerà sicuramente anche molto spam. Per evitare che il vostro blog diventi una collezione di ricette per Viagra o attrezzi per l’allungamento di cose innominabili, attivate Akismet, un semplice plugin già compreso con l’installazione di default di WordPress che riuscirà a bloccare il 99% dello spam grazie ad un database vastissimo e continuamente aggiornato dagli stessi utenti. Leggi come attivare Akismet in WordPress.

#7. Disabilitare l’uso dell’Editor Visuale (ovvero utilizzate l’editor HTML)

Se volete essere considerati un vero blogger dovete imparare un po’ di linguaggio tecnico (ovvero HTML e CSS) per poter così gestire sia il vostro blog che i vostri post in ogni minimo dettaglio. Invece di utilizzare l’orrido (sebbene migliorato nelle ultime versioni…) editor visuale, passate subito ad usare l’editor HTML. Attraverso il menu Users > Your Profile togliete la marcatura alla casella “Use the visual editor when writing” e salvate.

#8. Abbonarsi a Feedburner

Per gestire i vostri abbonati agli Rss o alla Newsletter del vostro blog è quasi un dovere usare Feedburner (ne conoscete di meglio? io no…), il quale vi permette di tenere sotto controllo tutte le opzioni possibili e inoltre di analizzare le statistiche del vostro blog e inserire anche della pubblicità nei feed per guadagnare qualcosina con i vostri sforzi di blogger. Andate quindi su feedburner.com e seguite le semplici istruzioni per iniziare a raccogliere i vostri primi discepoli (detti anche abbonati…).

#9. Cambiare la password di accesso

Se avete appena installato WordPress probabilmente la vostra password di accesso sarà qualcosa del tipo “9qu34phr” (creata ora premendo a caso sulla tastiera…), un po’ difficile da ricordare, non credete? Quindi non perdete altro tempo e andate nel menu Users > Your Profile e in fondo alla pagina inserite una nuova password – ovviamente non troppo banale o corta – e non dimenticate di salvare le modifiche.

# 10.Scrivere il primo post!

Ovviamente dopo aver svolto tutti questi punti l’ultima cosa da fare assolutamente è scrivere il primo post. Niente di più facile: premete su Write a new Post, scrivete, scrivete e scrivete e infine premete su Publish. Il vostro primo post (e anche il vostro blog se avete seguito i miei consigli) è finalmente pronto per i vostri lettori. Ora nessuno vi potrà più fermare nella conquista della blogosfera…